• Email : info@shiatsuisi.it

  • Tel : +39 339-2770113

Lo shaitsu, originatosi in Giappone, si è ampiamente diffuso i tutto il mondo. Le tecniche di digitopressione sono utilissime nel combattere disturbi di varia entità, tra essi, anche quello della cattiva circolazione linfatica e venosa.

Lo shiatsu è utilissimo per trattare la cellulite ed i suoi inestetismi rivelandosi come una tecnica valida ed efficace: vediamo il perché!

 

Shiatsu e cellulite

 

Cellulite e shiatsu tutti i benefici della digitopressione per la bellezza di corpo e mente

 

Lo shiatsu namikoshi riequilibra lo stato di salute fisica e psichica agendo sul sistema nervoso, sulla circolazione e sul sistema muscolare e articolare, tutto questo, attraverso sollecitazioni applicate in punti specifici: gli tsubo, che sono sostanzialmente i punti utilizzati anche nell'agopuntura collocati sui meridiani.

Attraverso queste stimolazioni pressorie, l'organismo si riequilibra e, molte patologie e disturbi più o meno gravi, vengono combattuti in modo efficace. Ne trae grande beneficio anche la circolazione sanguigna e linfatica ed è per questo che, di conseguenza, lo shiatsu combatte la cellulite

La cellulite e lo shiatsu

La cellulite spesso è dovuta, oltre che a cause alimentari ed ormonali, anche a cattiva circolazione venosa e linfatica. Molto efficace lo shiatsu specie nella cellulite in fase iniziale e recente, la quale si risolve, generalmente, con circa una decina di trattamenti shiatsu a cadenza settimanale. 

Attraverso lo shiatsu e la digitopressione, si riesce a rimuovere la stasi venosa e a migliorare la circolazione linfatica. Già dopo alcune sedute il senso di affaticamento delle gambe ne risente in modo positivo e benefico e la circolazione, in fase di miglioramento, inizia a fare il suo lavoro a pieno ritmo. In questo modo le scorie ed i residui grassi accumulati vengono drenati e la cellulite tende a diminuire.

Contrasta la ritenzione idrica

Lo shiatsu contrasta la ritenzione idrica responsabile anche dell'accumulo di liquido e del formarsi della cellulite. Oltre al beneficio estetico vi è un vero e proprio effetto positivo generale in quanto lo shiatsu rimuove i blocchi energetici e lascia fluire meglio le energie del corpo migliorando lo stato di salute generale e il benessere psichico. 

Il terapeuta, di volta in volta, dovrà individuare le cause soggettive ed i blocchi che hanno determinato l'insorgenza della cellulite e di altri eventuali disturbi. 

Ricordiamo infatti, che i campi di applicazione dello shiatsu sono molteplici e che possono beneficiare dei trattamenti sia gli adulti che gli anziani ed i bambini, così come le donne in gravidanza e le persone affette da handicap.

Sport e alimentazione

L'attività fisica, come ad esempio lo yoga o il pilates, aiutano a mantenere la forma ritrovata, mentre, una buona alimentazione e l'introduzione di almeno 2 o 3 litri di acqua al giorno aiuteranno l'organismo ed espellere le tossine e a coadiuvare il lavoro dell'operatore shiatsu nel combattere la cellulite ed i suoi inestetismi

 

 

Dove trovare operatori shiatsu?

La nostra scuola Shiatsu Isi, oltre a formare operatori, mette a disposizione alcuni operatori professionali shiatsu, trattamenti osteopatici, cranio sacrali e massaggio con bendaggio sportivo.

Per i trattamenti shaitsu visita questa pagina: Trattamenti Shiatsu

 

Per informazioni e prenotazioni chiama: 391 11 81 639

I corsi di shiatsu sono articolati su un percorso di studi di 3 anni che consente di diventare operatore shiatsu e di offrire questa nuova professione. Gli sbocchi Professionali degli Operatori  Shiatsu Sono Molteplici.

Talvolta ci si avvicina a questa professione con incertezza e diffidenza, altre volte con entusiasmo e molta curiosità, altre volte ancora, per ritrovare un benessere personale e per migliorare le relazioni familiari con lo shiatsu.

L'entusiasmo verso una professione del futuro che di recente si è diffusa in Europa, è ben motivato. Vediamo quali sono gli sbocchi lavorativi per un operatore shiatsu!

 

                                Sbocchi professionali dello shiatsu

 

Sbocchi professionali dello shiatsu

 

Quella dell'operatore shiatsu è una professione che offre diversi sbocchi professionali in vari ambiti e strutture. Tra quest'ultime ricordiamo i poliambulatori ed i centri riabilitativi nonché presso alcuni centri estetici e associazioni olistiche. 

Se avete intrapreso un percorso di studi per operatore shiatsu, o state pensando di farlo e vi chiedete quali siano gli sbocchi professionali, vi diciamo da subito che sono molteplici: vediamoli insieme!

  • Operatore shiatsu nei poliambulatori
  • Operatore shiatsu nei centri riabilitativi
  • Sport e centri sportivi
  • Attività privata come operatore shiatsu
  • Counselor aziendale
  • Alberghi
  • Animali: centri ippici ambulatori veterinari

Operatore Shiatsu nei Poliambulatori

In queste strutture lo shiatsù può essere applicato in ambito ortopedico, pediatrico, ginecologico, geriatrico, ortodontico, ostetrico, tanto per citarne alcuni. Lo shiatsu è utilissimo sia in giovane età che in età avanzata, nonché durante la gravidanza.

Centri riabilitativi

In queste strutture vi convergono tutti i professionisti che hanno come scopo quello di ripristinare una normale condizione fisica ed i rapporti osteo-articolari che hanno subito dei danni per via di traumi, incidenti, infortuni o interventi.

Lo Sport e lo shiatsu

Da molti anni in ambio sportivo lo shiatsu costituisce un valido supporto per gli atleti di ogni livello. Già anni fa Rudy Palombini fisioterapista delle Nazionale Olimpiche e pioniere dello shiatsu in Italia, usava le tecniche shiatsu sugli atleti. Lo shiatsu è richiesto nello sport sia nel settore riabilitativo dell'atleta che ne supporto della squadra.

Attività privata

Lo shiatsu può essere praticato su pazienti privati presso il proprio studio o in studi di altre associazioni e strutture. Nel tempo l'operatore esperto riesce a crearsi una sua clientela affezionata da seguire.

Counselor aziendale

Alcune grandi aziende hanno dato vita nelle loro strutture, per il benessere di se stessi e dei propri dipendenti,  a collaborazioni con operatori shiatsu aprendo, all'interno delle stesse, degli ambulatori.

Centri benessere ed associazioni olistiche

Sebbene lo shiatsu non sia un massaggio, come erroneamente viene definito dai profani, ma bensì una tecnica di digitopressione che va ad agire sugli tsubo (i medesimi punti di stimolazione usati nell'agopuntura)  trova largo impiego, sia nei centri benessere, che nelle associazioni olistiche.

In merito ai centri benessere va detto che molte strutture alberghiere di livello possiedono, al loro interno, dei centri benessere. In virtù di questo, offrano servizi di vario tipo tra cui quello dei trattamenti shiatsu.

 

            Lo shiatsu applicato sugli animali

 

Animali centri ippici ambulatori veterinari

I campi di applicazione dello shiatsu si estende anche agli animali. Tuttavia, non ancora molto diffuso ma, lo shiatsu, così come l'agopuntura, stanno prendendo piede anche nel settore che riguarda il benessere e la riabilitazione degli animali. Tra loro cavalli e cani sono quelli che attualmente ne beneficiano in modo maggiore. 

Un trattamento molto utile che si attua mediante leggere manipolazioni, quasi impercettibili, il trattamento Craniosacrale è in grado di intervenire sull’ intero organismo. Praticato anche su adulti e bambini con alterazione della sfera cognitiva, linguistica o affetti da patologie come l'autismo. 

                                                      

Come avviene il trattamento Cranioscarale

Si tratta di una metodologia olistica attraverso la quale, l'operatore, agisce sul cranio con un tocco leggero che agisce sulle ossa craniche e sulla colonna vertebrale del soggetto, tutto ciò al fine di stabilire un proficuo contatto con il ritmo cranio sacrale della persona trattata. Lo scopo è stimolare e assecondare tale ritmo riequilibrando i fluidi presenti all'interno della scatola cranica (liquor enecfalorachidiano) che comunicano con il sistema nervoso centrale. Il trattamento craniosacrale interviene su eventuali anomalie, attraverso un approccio biomeccanico e biodinamico, in quanto, come ipotizzarono il dott. Calvin Cotton e l'osteopata William Sutherland le strutture del cranio possono compiere micro movimenti.

                                             

A cosa serve il trattamento Craniosacrale

Massaggio cranio sacrale è una tecnica olistica che l'operatore attua, tramite un tocco leggero sulle ossa craniche e sulla colonna vertebrale di un soggetto, al fine di stabilire un contatto con il ritmo cranio sacrale della persona, per stimolarlo e assecondarlo. Di grande utilità per alcune persone affette da disturbi cognitivi, psicologici e comportamentali, utile anche per chi è sottoposto a stress o soffre di insonnia. Adatto anche a chi non ha alcun disturbo ma necessità di una spinta a livello di energia e vitalità. 

Per chi è indicato

Indicato per adulti e bambini, può essere praticato anche su neonati. Trattandosi di un trattamento dolce e delicato, è consigliato anche alle donne in gravidanza o a persone che hanno subito interventi chirurgici o incidenti. Consigliato in caso di stress, autismo, depressione, insonnia, dislessia disordini nervosi e difficoltà di apprendimento la terapia cranio sacrale è un ottimo metodo per riequilibrare ed indurre serenità. 

Utile anche quando vi siano disturbi dell'articolazione tempro mandibolare, problemi spinali, colpi di frusta, sciatica, forme reumatiche, scoliosi

Perfetto anche per chi non manifesta disturbi particolari ma necessita di recuperare energie e ritrovare una spiccata vitalità.

 

Corsi di Cranio sacrale: l'operatore 

I corsi di Craniosacrale istruiscono l'operatore nelle tecniche specifiche che rientrano in quelle osteopatiche. l'osteopata è una professione che prevede un percorso formativo della durata di 6 anni, che permette di studiare le scienze mediche come ad esempio: anatomia, biomeccanica, chimica e biofisica, ma anche patologia, fisiologia, istologia, embriologia, neurologia etc. Se sei interessato ai corsi consulta questo link: corso craniosacreale.

 

Il massaggio cranio sacrale rientra nelle tecniche osteopatiche. Per diventare osteopata è necessario un percorso formativo di sei anni, duranti i quali si studiano scienze mediche di base come anatomia, patologia, fisiologia, biomeccanica, biochimica, biofisica, embriologia, istologia, neurologia e altre, oltre alle materie prettamente osteopatiche.

Vuoi entrare mondo del tuo ritmo Craniosacrale, per stimolarlo e assecondarlo?

Imparerai come, mediante leggere manipolazioni, il trattamento Craniosacrale è in grado di intervenire sull’intero organismo. Per vedere come viene attuato un massaggio craniosacrale vai al video.

Date corso:
21 e 22 marzo 2020
28 e 29 marzo 2020

 

Info e prenotazioni:
Laura Muzzioli
3911181639

Lo shiatsu si origina in Giappone secoli fa; ed è un'antica tecnica di digito-pressione che, nel corso del tempo, si è diffusa anche in Europa. La ricerca constante del benessere ha spinto le popolazioni europee e non solo, a cercare un nuovo stile di vita in cui, la natura nella sua semplicità, costituisce l'approccio migliore verso un futuro a misura d'uomo.

Un futuro in cui cibo, stile di vita, e terapie mediche e olistiche, si rifanno a tecniche antiche e naturali. Ed è per questo che la medicina alternativa e le terapie olistiche sono sempre più diffuse e richieste di un tempo, anche in Europa.

L'uomo è fatto non solo di carne ma anche di energie ed equilibri. Spezzare un equilibrio equivale ad ammalarsi e vivere sotto stress, soffrire, magari, di depressione, insonnia e altri disturbi più o meno comuni. 

Cos'è lo shiatsu e come agisce

Lo Shaitsu attraverso la digito-pressione e frizione, stimola il decorso dei nervi e dei corrispondenti punti dell’agopuntura denominati "Tsubo". Attraverso questa stimolazione si ottimizza il flusso del sistema circolatorio e linfatico. Si ottiene, quindi, uno stato ottimale di rilassamento e di recupero dell’energia fisica e mentale.

Lo stress e la malattia

Stili di vita erronei, posture sbagliate, alimentazione scorretta e lo stress di natura fisica, mentale ed emozionale, sono in grado di creare una tensione muscolare che si diffonde alle articolazioni e a tutti gli organi, tessuti corporei ed annessi. Il consumo di energia si moltiplica e, l'organismo, per mantenere attive le funzioni vitali, deve faticare enormemente. Spesso ci si ammala o comunque si vive male.

 

                  

 

Nuove professioni del futuro

Attraverso lo Shiatsu l'operatore riesce ad agire sul sistema nervoso periferico e centrale, e a stimolare il rilascio di importantissimi mediatori chimici come le endorfine, analgesici naturali in grado di migliorare la situazione generale dell'organismo, come abbassare la pressione sanguigna, migliorare la circolazione, ridurre lo stress e molto altro. I benefici dello shaitsu sono davvero molti, ed è per questo motivo che la professione di operatore shiatsu è sempre più richiesta

Un viaggio verso il benessere

Le tecniche praticate sono innocue, salutari e benefiche ed inoltre,  lo shiatsu riesce a migliorare anche le relazioni familiari in modo efficace. Per questo motivo apprendere tali tecniche, ai vari livelli (base, intermedio e professionale) può rivelarsi utilissimo sia per chi sta cercando nuovi sbocchi lavorativi, che per chi volesse imparare le tecniche shiatsu per uso personale o familiare

Shiatsu e osteopatia: visione d'insieme con Honeshiatsu©

Nella scuola Shiatsu Isi (e solo in questa scuola) del maestro Bruno Leottagli allievi sono guidati verso una visione d'insieme attuata attraverso tecniche shiatsu fuse con tecniche osteopatiche insegnate nella scuola Shiatsu Isi e denominate Honeshiatsu©  tecniche che insieme ai corsi cranio-sacrali insegnano ad avere una visione d'insieme del corpo umano e dei trattamenti da attuare per diventare un operatore professionale completo.

 

Open day nuovi corsi shiatsu 2020 2021

 

Contatti ed informazioni: 339 277 0113

 

Il Massaggio Svedese viene comunemente chiamato in questo modo in alcuni paesi di lingua Inglese, Olandese e in Ungheria. Da noi in Italia, e in altri paesi il Massaggio Svedese è comunemente noto come Massaggio Tradizionale. Le sue origini sono un po' contraddittorie ma la paternità del massaggio svedese sembra venga attribuita, in primo luogo, ad un medico fisioterapista del 1700 / 1800 Pehr Henrik Ling il quale, nel 1813, fondò una scuola: L'Istituto Ling. Le tecniche le nomenclature ed il metodo vennero attribuite a questo medico e, successivamente, altri noti professionisti come Johan Georg Mezger e Albert Hoffa, svilupparono ulteriormente queste tecniche dando vita all'attuale Massaggio Svedese, o tradizionale,  praticato in tutto il mondo. 

 

 

A cosa serve il Massaggio Svedese

Il Massaggio Svedese è utile sa per il corpo che per la mente. Rilassa, distende i muscoli aiutando ad eliminare eventuali contratture, favorisce la circolazione ed il drenaggio linfatico e per questo è utile a coloro che necessitano di trattamenti modellanti per ridurre l'adipe e la cellulite. Viene utilizzato per combattere alcune tipologie di disturbi e, tra essi ricordiamo:

 

  1. Mal di testa
  2. Cattiva digestione
  3. Stipsi
  4. Contratture
  5. Insonnia
  6. Adipe e cellulite
  7. Dolori lombari, lombalgia e sciatalgia
  8. Dolori Cervicali e cervicalgia
  9. Dolori Articolari

     

     

Manipolazioni tipiche

Le manipolazioni tipiche di questo massaggio sono molteplici, alcune più energiche, ed altre invece, delicate come lo sfioramento. Ogni tipologia di manipolazione ha, ovviamente, un suo scopo ben preciso. Vediamo quali sono le manipolazioni tipiche del Massaggio Svedese:

  1. Sfioramento leggero, adottato per rilassare corpo e mente;
  2. Sfioramento appoggiato, comunemente utilizzato per drenare e favorire la circolazione;
  3. Tecnica di frizione, molto utile per combattere adipe e cellulite;
  4. Impastamento superficiale, adottato sempre per trattare adipe e contrastare la cellulite;
  5. Impastamento profondo, adottato per i muscoli, e per combattere contratture;
  6. Percussione: si tratta di leggeri colpetti attuati in modo consecutivo e ritmico.

 

 

L'ambiente e gli oli

Il massaggio richiede un ambiente tranquillo, caldo ed accogliente, un luogo in cui far sentire a proprio agio le persone da trattare. Si utilizzano oli per massaggio ed un apposito lettino. Profumi, atmosfera e suoni, possono favorire un'azione rilassante durante il trattamento. I benefici avvertiti dai pazienti vengono riferiti anche subito dopo il trattamento e anche durante lo stesso. 

A chi è rivolto il massaggio svedese e le controindicazioni

Il Massaggio Svedese è rivolto sia al pubblico maschile che femminile. Adottato per motivi estetici, nonché funzionali e rilassanti, viene spesso associato al Massaggio Sportivo da operatori del settore sportivo. Non esistono controindicazioni particolari ma, come tutte queste tipologie di attività va evitato qualora sia presente febbre, dermatite, infiammazioni o bruciature, e patologie di rilievo.

Può essere associato ad altri trattamenti manipolativi come lo Shiatsu e L'Osteopatia in modo da interagire in maniera sinergica ristabilendo un equilibrio psico fisico alterato da traumi, cattive posture e quant'altro. 

 

Ti interessa un corso di Massaggio Svedese? Chiama per info:  391 11 81 639

I cookie ci permettono di offrire i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti il nostro uso dei cookie MAGGIORI INFO