• Email : info@shiatsuisi.it

  • Tel : +39 339-2770113

Lo Shiatsu, metodologia di origine orientali, è utile sia in gravidanza che nel post partum e nel periodo successivo ad esso.

Lo Shiatsu serve ad alleviare diversi disturbi tipici di tutto il periodo della gestazione. Anche il parto ed il puerperio traggono grande giovamento dai trattamenti shiatsu fino a contribuire al miglioramento della relazione mamma bambino già nel periodo di gestazione. 

Shiatsu in gravidanza

 

Trattamenti shiatsu in gravidanza

Come abbiamo visto in altri articoli, lo shiatsu è adatto a tutti: bambini, anziani, donne uomini di qualsiasi età e sesso possono trarre beneficio dai trattamenti shiatsu. Se questo è valido in situazioni di "normalità" lo è ancor più durante il periodo della gravidanza, in cui, una donna, si trova a vivere, respirare, mangiare e deambulare per due. Mal di schiena, nausea gravidica, mal di testa sono solo alcuni dei disturbi che affliggono la donna in attesa.  A questi poi si sommano le problematiche di tipo psicologico come l'ansia, (il mio bambino sarà sano? andrà tutto bene?) la paura per il parto, e così via. Tutte problematiche di varia entità che attraverso i trattamenti shiatsu possono essere risolte o attenuate. Ricordo che i trattamenti, conosciuti impropriamente come massaggi shiatsu, sono utili in molte situazioni e migliorano le relazioni familiari ed il benessere di coppia. 

Lombalgia in gravidanza

Se la nausea è un sintomo presente in gravidanza specie nel primo trimestre, la lombalgia accompagna il periodo di gestazione soprattutto nel secondo e terzo trimestre quando il peso di feto ed annessi tendono a sovraccaricare la colonna vertebrale ed il peso a far assumere alla mamma una postura non corretta che va a sovraccariche le vertebre e la colonna in tutta la sua interezza. In questa tipologia di disturbo gravidico lo shiatsu si rivela di grande utilità andando ad agire nelle aree (tsubo) di stimolazione specifiche della colonna vertebrale. 

Depressione post partum e allattamento

La gravidanza prima, ed il puerperio poi, sottopongono la neo-mamma ad uno stress psico fisico di enorme livello. Alcune donne maggiormente predisposte, possono manifestare crisi depressive transitorie più o meno gravi, dovute alle modificazione ormonali che accompagnano il post partum e l'allattamento. Quel che è certo è che questo disturbo, che può presentarsi in ogni donna, non va mai sottovalutato in quanto, anche se in rari casi, può sfociare in vere e proprie patologie di rilievo. 

Il cervello umano ha le sue fragilità e, specie in alcuni individui può sopperire alle stimolazioni che la gravidanza prima, ed il parto poi con l'allattamento, possono innescare. I trattamenti shiatsu nelle crisi depressive e nel post partum possono aiutare moltissimo la donna  a recuperare il suo equilibrio, coadiuvandosi magari anche con lo psicologo, e talvolta, ne casi gravi, con terapie farmacologiche. A tal proposito anche i trattamenti cranio sacrali di osteopatia si rivelano utilissimi. 

Shiatsu e parto

 

Durata dei trattamenti shiatsu in gravidanza

La gravidanza affatica la mamma e dunque, anche la digitopressione shiatsu sarà mirata ed adattata al caso specifico. Per questo il trattamento avrà una durata ridotta che può variare, generalmente, dai 5 minuti fino ai 25 minuti.

Allungamenti e digitopressione sono utili nel favorire lo sviluppo fisico del feto e del neonato e ne facilitano i movimenti nei vari stadi di crescita. Lo shaitsu, come vediamo dalle statistiche in Giappone, rende la vita più lunga, e le persone che lo praticano sono più longeve. Di questo se ne è parlato alla Settimana Nazionale dello Shiatsu tenutasi nel mese di Settembre, intitolata "Shiatsu e pratiche di lunga vita". Non a caso lo shiatsu è, tra le discipline del benessere, quello più amato dagli italiani per la sua grande capacità antistress.

Shiatsu per mamma e bambino

Come è ben noto lo stress di per se è implicato, come causa scatenante, in moltissime patologie del corpo umano. Riequilibrare la mente, aiuta a proteggere il corpo dalle malattie e lo rinforza. Per questo motivo, in ogni momento della vita, gravidanza inclusa, lo shiatsu, trattamento del benessere, è molto indicato.

La gravidanza ed il parto rappresentano dei momenti in cui indubbiamente, sia mamma che bambino, vengono sottoposti a grande sollecitazioni fisiche, meccaniche, psichiche generando stress.  Mamma e bambino, possono trarre enorme giovamento dallo shiatsu e dalla stimolazione degli tsubo, sia a livello fisico che psichico. 

 

 Shiatsu bambini e neonati

 

Il parto stesso può essere reso meno gravoso, ed è proprio per questo motivo che, in alcune città italiane, sono presenti dei corsi shiatsu per le ostetriche utili per facilitare l'induzione nel parto e ridurre ansia e stress da parto

 

Alcune discipline olistiche ed alcuni trattamenti, oltre ad avere la capacità di risolvere problemi fisici e psichici hanno un forte ascendente per quanto riguarda i rapporti familiari. Come l'holding che si applica e si compie generalmente tra madre e figlio, ed è attuato a scopo terapeutico tra i bambini autistici, ma non solo. Dopo diversi studi compiuti dalla psico terapeuta Marta G. Welch e Masal Pas Bagdadi, e l'uscita anche di un libro "l'abbraccio che contiene" l'holding si è andato diffondendo e modificando. Anche lo shiatsu può costituire un valido strumento per migliorare i rapporti familiari tra i vari membri che compongono una famiglia: tra genitori, e genitori e figli. 

 

Le relazioni familiari e lo shiatsu

L'holding nasce negli anni 70, lo Shiatsu, invece, ha origine molto antiche. In ambo i trattamenti attuati all'interno del nucleo familiare da parte dei membri che lo compongono, viene richiesta una preparazione di base. Avviarsi a questa tipologia di scambio inter personale tra se stessi ed i membri della famiglia (compagna, compagno, figli) necessità dunque della frequentazione di un corso di operatore shiatsu. Il percorso didattico è articolato in diversi anni, ma, per farne un so personale ci si può limitare alla frequentazione del primo anno o del biennio. 

Lo shiatsu ed i campi d'applicazione

 

Lo shiatsu è diventata una professione molto richiesta. Utile per diverse problematiche fisiche e patologie, tende a migliorare lo stato di salute in generale, incluso quello di ordine psichico. Combatte lo stress. aiuta muscoli, articolazioni ed organi a lavorare meglio grazie alla stimolazione di punti specifici denominati Tsubo, gli stessi che vengono utilizzati e sollecitati attraverso l'agopuntura. Attraverso lo Shiatsu si possono migliorare le relazioni di coppia, la comunicazione verbale tra coniugi ed i rapporti con i propri figli grazie alla condivisione fisica e mentale che si attua, in modo totalmente spontaneo, attraverso il trattamento Shiatsu. L'energia vitale che si libera mentre le mani scorrono e stimolano i vari tsubo diviene una condivisione energetica condivisa che libera amore. 

Tutti i disturbi funzionali traggono beneficio dai trattamenti shiatsu: quelli di ordine osteo articolare, muscolare, nevralgico. Attraverso lo shiatsu si riesce a combattere la sindrome da stanchezza cronica, lo stress, l'ansia e la depressione. Lo shiatsù migliora la circolazione sia linfatica che cardiovascolare, combatte disturbi come cefalee ed emicrania e aiuta a sconfiggere l'insonnia. 

 

Partecipa ad un corso di shiatsu per sé e per la famiglia

 

  • Per tutti i motivi elencati si evince che, la partecipazione ad un  corso shiatsu  non è solo utile per chi vuole fare di questa disciplina una vera professione, ma è di grande aiuto famiglia, animali inclusi, e di questo, ne abbiamo parlato anche qui:  Shiatsu campi di applicazione. uomini e animali .

    Vuoi saperne di più?  Partecipa all'open day gratuito 2019-2020 che si tiene a Roma e a Catania:

    Open day Roma
  • Open day Catania

 

Per informazioni ed iscrizioni chiamare i seguenti numeri:

🔸 Bruno Leotta 3392770113 
🔸 Laura Muzzioli 3911181639

I problemi derivanti dalla cervicale sono molteplici e le persone che ne soffrono in ampio aumento. La cervicalgia è uno dei problemi più diffusi nel mondo occidentale. E' caratterizzata da dolore, mal di testa, nausea e vertigini, nonché rigidità. Ciò è dovuto anche allo stile di vita e alla postura errata che si tiene mentre si svolgono le attività lavorative o di altra tipologia. Oltre a ciò, contribuiscono all'insorgenza della cervicalgia "o cervicale" traumi ed incidenti, come ad esempio, incidenti d'auto che generano il noto colpo di frusta. Oltre ai sintomi locali si possono verificare ampi sintomi diffusi.

Cervicalgia frequenza sintomi 

L' infiammazione cervicale colpisce il tratto della colonna che va dalla nuca alla base del collo. Si tratta di vertebre che danno sostegno alla testa. Il dolore cervicale e, la patologia nel suo insieme, sono una delle cause più comuni di disabilità e tendenzialmente, sono più colpite le donne. 

Il dolore tende a portare un blocco della mobilità dovuto anche alla rigidità muscolare. Spesso il dolore e la rigidità si irradiano  alle spalle e possono interessare le braccia e la funzionalità delle mani (similmente a come accade per una sciatalgia della colonna). Oltre a ciò, possono essere insorgere, nausea, mal di testa, disturbi visivi ed uditivi. 

 

                                  

Cervicale problemi e causa

Vari fattori possono dar luogo all'insorgenza di una cervicalgia, tra loro anche lo stress e l'ansia. Ma in genere, il fatto scatenante è dovuto ad un trauma o ad una postura scorretta. Ciò che determina tale patologia è  una malposizione delle vertebre e lo scivolamento esterno del disco intervertebrale, che può andare a comprimere fasci nervosi e dar luogo a una diversa manifestazione dolorosa e di carattere sensoriale. Disturbi della colonna vertebrale possono manifestarsi a carico di coloro che svolgono una vita troppo sedentaria, sono sovrappeso, o qualora si svolga un' attività sportiva di un certo tipo che potrebbe dar luogo a traumi. Movimenti sbagliati, bruschi o il freddo, possono acuire un problema già esistente.

Cervicale e cervicalgia trattamenti e rimedi

Praticare attività sportiva, come ad esempio lo yoga, può aiutare ad attenuare e risolvere i problemi derivanti da una postura scorretta o da stress. In caso di trauma, l'osteopatia ed un bravo osteopata concorrono, attraverso tecniche e manipolazioni, a dar luogo ad un ripristino della situazione originaria eliminando o attenuando la malposizione che ha generato l'infiammazione e la rigidità cervicale. Oltre all'osteopatia, anche le tecniche shiatsu sono di grande aiuto specie per combattere le cervicalgie causate da ansia e stress. Per alleviare il dolore spesso si ricorre a dei farmaci specifici come i FANS che rappresentano però dei palliativi per ridurre il dolore ma non eliminano la causa.  

Nei casi più complessi il medico può ritenere di dover ricorrere alla chirurgia, o consigliare dei cicli di fisioterapia. Per questo motivo una diagnosi precisa è di grande importanza. 

Lo Shiatsu è molto antico. La tecnica di digitopressione giapponese attraverso la stimolazione dei punti specifici denominati Tsubo, aumenta il benessere psicofisico. Per questo motivo lo shiatsu, è un trattamento adatto per l'uomo e la donna di qualsiasi età, ed è utile anche nel trattamento degli animali. Si può, dunque, decidere di intraprendere un percorso formativo come operatore shiatsu non solo per fare di questa attività un vero e proprio lavoro, ma anche per il benessere a livello familiare, che coinvolga tutti i membri della propria famiglia, migliorando le relazioni interpersonali, od anche, più semplicemente, per trattare i nostri amici a quattro zampe. 

 

     Shiatsu su animali: cane di 11 anni

 

Campi d'applicazione shiatsu: uomini e animali

 

Gli animali, come ad esempio cani e gatti, esattamente come le persone, possiedono un apparato scheletrico, articolazioni e muscoli. All'interno del loro corpo sono presenti i punti specifici che vengono stimolati nell'agopuntura e attraverso i trattamenti shiatsu. 

 Il percorso formativo da intraprendere in questo caso, può essere ridotto, ovvero basarsi su 1/2 anni di studi. Il terzo anno invece è dedicato a coloro che vogliono imparare a praticare lo shiatsu in modo più completo e diventare dei veri e propri professionisti. La conoscenza delle tecniche shiatsu  a livello intermedio, sono utilissime da usare anche a livello familiare, con i propri cari e con i propri animali domestici. Il benessere psicofisico che si ricava dai trattamenti è notevole.

Per farvi vedere la buona accettazione dell'animale al trattamento shiatsu  abbiamo realizzato un piccolo video in cui la protagonista è una cagnolina,   un   barboncino femmina di 11 anni affetta da dolori articolari lievi e stressata dalla recente sterilizzazione che ha apportato modifiche ormonali e umorali.

 

 

 >  VIDEO TRATTAMENTO SHIATSU ANIMALI <

 

 

Perché trattare gli animali con lo Shiatsu?

Perché chi ha una cane o un gatto in casa, in genere lo tratta come un vero e proprio membro della famiglia. Come componente della famiglia gli si augura il miglior benessere. Dunque, se è necessario riequilibrare il suo stato psichico o migliorare la sua salute fisica, ossea e articolare, lo shiatsu costituisce, sicuramente, un ottimo approccio. Imparare a trattare il proprio animale o rivolgersi a un operatore professionista, è sicuramente una scelta affettuosa, consapevole e mirata, una dimostrazione d'affetto per il proprio cane o gatto.

                                                                            

Calendario corsi Shiatsu e contatti

 

La scuola Shiatsu ISI, pratica il metodo Shiatsu Namikoshi ufficialmente riconosciuto in Giappone dal ministero della sanità. Il percorso formativo è articolato e prevede un biennio più un terzo anno di specializzazione. Per avere maggiori informazioni sulla scuola ed i corsi visionare il seguente link  CORSI per le sedi di Roma e Catania.

Per avere informazioni sui corsi o contattare un operatore per i trattamenti Shiatsu chiama i numeri di telefono a seguire: 

Bruno Leotta 339 277 0113

Laura Muzzioli 391 118 1639

 

Nel corso della vita molte persone incorrono in un episodio di mal di schiena, talvolta denominato colpo  della strega nel quale si assiste al blocco delle normali funzioni della colonna vertebrale. 

Mal di schiena, lombalgia, sciatalgia: lo shiatsu e l'osteopatia possono risultare decisive nella risoluzione di queste problematiche dovute ad una sofferenza della colonna vertebrale e allo schiacciamento di alcune vertebre che influiscono sulla non corretta posizione del disco intervertebrale. 

Mal di schiena, lombalgia, sciatalgia: lo shiatsu e l'osteopatia a chi sono consigliati

L'Oasteopatia e l'osteopta

I trattamenti osteopatici e lo Shiatsu sono consigliati a tutte le persone che presentino un blocco funzionale osteo-muscolare a qualsiasi età. L'Osteopatia si basa sulle conoscenze mediche tradizionali (fisiologia ed anatomia), e attraverso la manipolazione e delle manovre specifiche, è uno strumento molto efficace per il trattamento dei disturbi funzionali che interessano, non solo la colonna vertebrale, ma tutto l'apparato neuro-muscolo-scheletrico ed anche il carnaio-sacrale ed i visceri. L'osteopatia non tratta esclusivamente il sintomo, ma opera andando alla ricerca della causa che lo ha provocato. 

Lo Shiatsu

Lo shiatsu e, nello specifico lo Shiatsu Namikoshi, è un antico metodo giapponese che si avvale della digito-pressione attuata lungo il decorso del sistema nervoso e precisamente sui punti principali utilizzati anche nell'agopuntura. Si tratta di una metodologia che scioglie le tensioni, rilassa e rende possibili liberarsi da numerosi disturbi determinati di varie  cause, incluso lo stress, che affliggono numerose persone. Utile per i disturbi del sonno, dell'umore, per la cattiva digestione, nevralgie e cefalee. 

Osteopatia, Shiatsu e Honeshiatsu©

In questa tecnica ideata dall'osteopata Bruno Leotta  Honeshiatsu© lo Shiatsu e l'osteopatia convivono e coesistono permettendo di realizzare un lavoro più completo sul paziente che è affetto da disturbi di vario genere di natura osteo- articolare, muscolare o per coloro che soffrono, appunto, di mal di schiena, lombalgia e sciatalgia o di altri disturbi dell'apparato osteo-articolare, scheletrico tendineo e muscolare. Senza dimenticare che queste tecniche vanno ad agire anche in profondità nell'organismo identificando problematiche di altra natura, anche viscerale, come magari una colite.  La colite nello specifico, o comunque disturbi dell'apparato digestivo, possono influire anche sull'insorgenza di dolori della colonna vertebrale, il classico mal di schiena ricorrente (ad esempio). 

                           

Mal di schiena i sintomi e le cause

Il sintomo più diffuso che compare è appunto un dolore alla schiena che generalmente influisce sulla mobilità del soggetto colpito. Il mal di schiena può essere originato da varie cause: una postura scorretta, lo stress, disturbi dei visceri come ad esempio una colite od anche da traumi e sforzi eccessivi a cui la colonna vertebrale è stata sottoposta. Tra le cause scatenanti va annoverato anche un peso eccessivo del soggetto che va a gravare in modo più o meno incisivo sulla colonna vertebrale. 

Il dolore si manifesta come una fitta acuta localizzata generalmente in zona lombare (lombalgia). Può interessare il gluteo ed estendersi alle terminazioni nervose interessando appunto, il nervo sciatico (sciatalgia). La stimolazione del nervo provoca una contrattura muscolare di difesa, della muscolatura para vertebrale causando un blocco ed immobilizzando un tratto della colonna vertebrale.

Disturbi cervicali

Lo stesso disturbo può verificarsi in vari trattai della colonna vertebrale, a seconda dell'area colpita e può interessare anche il collo e l'area cervicale provocando rigidità, mal di testa, vertigini fino ad interessare i nervi e a diffondere il disturbo anche al braccio e la mano (dolore, formicolio, ridotta funzionalità dell'arto). Alla base di questi disturbi spesso c'è la fuoriuscita del disco intervertebrale che è una struttura che ha la funzione di cuscinetto ammortizzatore naturale che impedisce alla vertebre di entrare in frizione tra loro.  

Come intervenire sul mal di schiena o sui disturbi cervicali

Farmaci, cerotti e compresse, costituiscono dei palliativi che agiscono a livello locale riducendo il dolore e l'infiammazione ma senza andare ad operare a monte della problematica. La soluzione consiste nel ripristinare una situazione scheletrico muscolare di normalità, attraverso tecniche osteopatiche e lo shiatsu. Rimedi naturali a base di arnica e pino di mugo, oli essenziali, una sana alimentazione e terapie fisioterapiche possono coadiuvare e favorire la guarigione. 

 

Per trattamenti osteopatici, terapia Cranio Sacrale,  Bruno Leotta riceve nel suo studio a Roma quartiere Flaminio, in via Pinturicchio 214

Contatti ed informazioni: 339 277 0113

 

     

I cookie ci permettono di offrire i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti il nostro uso dei cookie MAGGIORI INFO